Quando ad un mercatino ho visto una micro tavola a croce per lavori di modellismo, una Proxxon KT70. La mia fantasia subito è corsa alla possibilità di poterla automatizzare, in modo da poter realizzare piccoli pezzi identici, in serie.

Dunque, ho costruito una piccola fresatrice a controllo numerico che è in grado di lavorare molto bene il legno e con la giusta scelta di utensili e velocità di taglio anche le materie plastiche (ho provato materiali acrilici, policarbonati, nylon e teflon).

Per azionare gli assi ho usato dei piccoli motori stepper che un mio amico che lavora in un negozio d’informatica mi ha permesso di smontare da un gruppo di stampanti rotte destinate allo smaltimento.

Questi motori hanno però poca coppia, ed anche con una tavola così piccola è stato necessario demoltiplicarli di 2. Inoltre, hanno 48 step per giro, questo perché la stampa usa misure imperiali. Non è un grosso problema, perché comunque mi garantiscono una buona precisione di posizionamento. I giochi delle viti sugli assi sono contenuti perché sono viti a passo fine e con un’opportuna progettazione possono essere eliminati via software.

Proviamo gli assi:

Se il video risulta lento prova a vederlo sul mio canale Youtube.

Quando i motori girano lentamente fanno un po’ di rumore perché con 48 passi per giro, invece dei classici 200 usati in robotica, il posizionamento avviene un po’ a scatti.

The sound playing in background is “Sample and cut discipline”
https://archive.org/details/001netlab…

Let’s mill something

Link to Youtube

The music playing in background is – Basement – Naked House.
https://archive.org/details/NS050